Ricerca scritture

Istruzioni per la consultazione dei documenti

Il motore di ricerca CoDiSV consente di:

  • accedere all'intero archivio di documenti;
  • identificare singoli documenti o sottoinsiemi di documenti attraverso l'applicazione di  criteri di selezione combinati;
  • consultare le schede descrittive dei documenti selezionati;
  • visualizzare e sfogliare le riproduzioni digitali dei documenti.

Tutto il materiale pubblicato sul sito CoDiSV è liberamente utilizzabile a fini scientifici e didattici.  È consentita la diffusione di dati e estratti documentari previo accordo con il Responsabile scientifico del Progetto (l.revelli@univda.it) e con esplicita indicazione della fonte (© Progetto CoDiSv).

AVVERTENZE: Per ragioni di funzionalità del sito le immagini pubblicate sono a bassa risoluzione. Per la consultazione delle versioni ad alta definizione contattare la Redazione (codisv@univda.it).

Modalità di consultazione dell'archivio

La ricerca di documenti viene condotta attraverso il menu posto sulla sinistra dello schermo ("Ricerca scritture") e può essere effettuata attraverso l'applicazione di parametri diversi. È cioè possibile combinare  differenti criteri di ricerca, in modo tale da restringere il numero delle scritture da visualizzare sulla base dei propri interessi.  

AUTORE: il menu a tendina permette di identificare i singoli autori delle scritture (scolari e insegnanti). Gli autori che non hanno accordato il consenso per la pubblicazione dei loro dati anagrafici compaiono come "anonimi". Laddove non sia stato possibile identificare il nominativo dell'autore del documento, questo compare come N.I. (non identificato). Sia agli autori anonimi che a quelli non identificati corrisponde un codice identificativo che permette l'attribuzione univoca dei diversi documenti presenti nell'archivio.

COMUNE: il menu a tendina comprende i 74 comuni della Valle d'Aosta. I quaderni provenienti da zone di confine compaiono sotto un più generico riferimento all'area di provenienza (ad es. "Piemonte"); quelli che non è stato possibile attribuire con certezza ad un'area specifica come N.I. (non identificati).

TIPOLOGIA: il menu a tendina consente di selezionare il genere di documento d'interesse, fra quelli presenti in archivio (quaderno, registro, certificato insegnante, diploma alunno, etc.).

CONTENUTO: il menu a tendina offre l'opportunità di identificare i quaderni dedicati a specifiche discipline scolastiche (matematica, lingua italiana, lingua francese, computisteria, etc.). I quaderni comprensivi di diverse materie compaiono nella categoria "miscellanea".

CLASSE: il menu a tendina prevede la possibilità di effettuare ricerche mirate su una o più classi. I quaderni per i quali non è stato possibile risalire con certezza al livello scolare di riferimento compaiono come N.I. (non identificato).

INTERVENTO: il menu a tendina permette di selezionare i quaderni in cui siano presenti correzioni e/o valutazioni dell'insegnante.

ANNO: la ricerca per "data" consente di effettuare ricerche libere per qualsiasi necessità. Se interessa un singolo anno, occorre digitare il medesimo valore nei due campi. Digitando l'anno solo nel primo campo si otterranno invece tutte le scritture presenti nell'archivio, con datazione a partire dall'anno indicato. I materiali non datati sono attribuiti a un periodo ipotizzato sulla base di indizi interni e esterni (copertina, rigatura dei fogli, biografia dell'autore, etc.) e  recano l'indicazione "data presunta" .

Visualizzazione dei risultati

Una volta completata la ricerca, sullo schermo appare un riepilogo dei documenti trovati. I risultati della ricerca appaiono sullo schermo secondo un criterio cronologico ascendente (dal più antico al più recente). Selezionando il documento di interesse si accede alla relativa scheda, che contiene una descrizione fisica e semantica comprensiva di informazioni dettagliate su contenuti del documento e sul supporto cartaceo.

Dalla scheda è possibile accedere alle riproduzioni digitali del documento selezionando il tasto "visualizza materiale". 

Le frecce consentono di sfogliare i documenti composti da più pagine.